Creare un ponte tra il lavoro giovanile locale e le opportunità internazionali.

Lavoro giovanile che facciamo

Condividiamo esempi del nostro lavoro di sostegno ai giovani con sensibilità alle loro storie e ai loro bisogni. Qui potete trovare approcci e casi di studio testati sul campo.

Mettiamo in contatto le organizzazioni giovanili locali con opportunità e risorse europee. Creiamo percorsi più ampi per l'apprendimento e la crescita dei giovani.

Questa rete si basa su una "squadra" più grande di operatori giovanili e organizzazioni, e moltiplica le risorse e le opportunità disponibili per tutti i soggetti coinvolti.

In Europa vengono dedicate molte risorse ai programmi educativi per i giovani. Uno degli obiettivi di questi programmi è sopportare i giovani che hanno meno sostegno e più difficoltà nelle prime fasi della loro vita.

Ci sono "eroi locali", operatori giovanili e organizzazioni che fanno una differenza importante nella vita di questi giovani. Questi operatori locali spesso cercano di ampliare l'orizzonte dei giovani che sostengono, ma le loro risorse sono limitate.

Sosteniamo i giovani a superare gli ostacoli che incontrano e a rendere possibile la loro partecipazione a programmi di apprendimento più accessibili per i giovani con un background meno impegnativo.

Risorse

Check out the Resources page created and recommended by our network.
Mina is an Iraqi-Kurdish/Danish volunteer in the association Vluchtelingenwerk, which gives the chance to people to help asylum seekers and refugees by doing simple things.
THE ESSENCE OF EXPERIENCE is a training of trainer’s course to share in fact the essence of our 10 years’ experience in outdoor and experiential education

Approcci

Educazione esperienziale

Il nostro approccio principale si basa sull'educazione esperienziale e sull'apprendimento esperienziale. I partecipanti imparano a conoscere se stessi, il lavoro di gruppo e la cooperazione in un contesto non formale, riflettendo sulle loro esperienze. Ciò offre l'opportunità di uno sviluppo personale individuale, di una migliore cooperazione di gruppo, di ampliare la nostra zona di comfort, di sperimentare nuove esperienze e di riflettere sulle esperienze fatte.

Facilitazione dei processi di gruppo, apprendimento non formale, team building

I formatori della nostra organizzazione utilizzano il contesto dell'apprendimento non formale, l'educazione esperienziale e all'avventura, facilitando i processi di gruppo e guidando i processi di riflessione per aiutare i gruppi a sviluppare un vero e proprio team cooperativo di individui, in grado di mobilitare efficacemente le proprie risorse, di utilizzare e dirigere le conoscenze e le abilità collettive dei singoli nell'interesse del team.

Coaching - conversazione di supporto

"Solo quando ci relazioniamo con l'altro come persona, quando ci assumiamo la responsabilità di noi stessi nella relazione, quando sentiamo di avere il diritto di essere ciò che siamo, possiamo davvero aiutare l'altro. Un incontro così profondo tra cliente e terapeuta può alleviare il dolore di sentirsi soli". (Rogers C R, 2008, p.118) Cerchiamo di applicare i principi di Rogers di cui sopra nelle nostre conversazioni individuali, sia nel coaching che nelle conversazioni di supporto.

Approccio orientato alla soluzione

L'idea centrale dell'approccio orientato alla soluzione è che nella terapia e/o nella facilitazione vale la pena concentrarsi sull'identificazione e sul rafforzamento dei comportamenti e delle pratiche che funzionano bene e sulla costruzione della consapevolezza dei successi e delle risorse, piuttosto che sui problemi che si presentano. Si basa sulla premessa che ogni cliente è un esperto della propria vita. L'approccio incentrato sulla soluzione ha funzionato bene a livello individuale, di gruppo e organizzativo.

Approccio basato sul trauma

I giovani che partecipano ai nostri programmi spesso hanno storie personali che influenzano fortemente il loro modo di vivere. Per poter convivere con gli eventi potenzialmente traumatici che hanno vissuto, si comportano e si presentano in modo diverso dai loro coetanei. L'approccio basato sul trauma ci aiuta a chiederci "cosa gli è successo" piuttosto che "cosa c'è di sbagliato" nel comportamento del giovane. Questa sensibilità, compassione e la conoscenza professionale ci aiuta a realizzare i nostri programmi in modo da promuovere la partecipazione e lo sviluppo dei giovani provenienti da contesti svantaggiati. 

Strumenti di espressione artistica

Gli strumenti artistici utilizzati mirano principalmente a favorire la creatività, il senso di libertà, l'esperienza dell'espressione di sé per se stessi e, attraverso questi, a sostenere la salute mentale, la resilienza e lo sviluppo delle competenze in generale. La gamma dei metodi artistici utilizzati è ampia, ma include processi guidati attraverso il disegno libero, la pittura e altre attività creative manuali, il movimento libero e la danza, l'improvvisazione teatrale, le fiabe e lo storytelling.

Approaches in practice

Condividete le vostre idee